/ Ottobre 26, 2021

Si è già parlato delle opportunità offerte dalla certificazione PEKIT e degli aspetti che la differenziano dalle altre certificazioni maggiormente richieste e riconosciute dal MIUR.

Il programma PEKIT Project, per venire incontro all’esigenza delle varie tipologie di utenti di acquisire competenze specifiche nei diversi ambiti del settore IT, accanto a PEKIT Expert, offre anche PEKIT Advanced.

PEKIT Advanced si ottiene superando, in aggiunta agli esami compresi nel PEKIT Expert, uno o più ulteriori esami a scelta tra i seguenti: PEKIT Security, PEKIT Privacy GDPR DPO, PEKIT LIM, PEKIT Digital Lessons, PEKIT Web Creation, PEKIT CAD, PEKIT Computer Forensics, PEKIT LiberCloud, PEKIT App, PEKIT GeniusBoard Impari.

Ma quali sono i benefici che possono derivare dal possesso di competenze digitali in ambiti specifici del settore IT?

La selezione e la scelta del candidato, nel mercato del lavoro, passano attraverso l’analisi  oltre che, delle importantissime soft skills, delle digital hard skills, competenze tecniche di base specifiche che deve possedere, in modo imprescindibile, chiunque aspiri a ricoprire una certa posizione lavorativa. 

Per digital hard skills si intendono, ad esempio, le seguenti capacità:

  • Saper usare programmi e pacchetti informatici;
  • Saper interagire con specifici dispositivi digitali, con conoscenze su aree quali Intelligenza artificiale, Robotica, IoT e Cybersecurity;
  • Avere dimestichezza con l’uso di determinati linguaggi di programmazione;
  • Avere competenze relative all’area SMAC (Social, Mobile, Analytics, Cloud), quindi saper interpretare ed elaborare dati;
  • Saper usare programmi di editing per produrre contenuti video accattivanti che informino e intrattengano gli utenti su argomenti di potenziale interesse;
  • Avere abilità di project management.

Tra le competenze maggiormente richieste nel 2019 emergono: programmazione e sviluppo web e app, digital design, project management e product management, digital marketing e social media, big data analytics.

Addirittura, nel 2020, le imprese, oltre a richiedere più di 1,9 milioni di profili in possesso di competenze digitali di base, hanno ricercato 1,6 milioni di profili dotati di capacità d’uso di linguaggi matematico-informatici e oltre 1 milione e 177 mila di figure in grado di gestire soluzioni innovative.

Ma il dato più rilevante si evince dallo studio “Osservatorio competenze digitali 2019”: la richiesta, da parte delle aziende, di candidati in possesso di un adeguato mix tra soft skills e hard skills. A differenza delle soft skills, che sono più difficilmente verificabili e dimostrabili, molte hard skills possono essere facilmente documentate tramite attestati e certificati. Questi documenti consentiranno a un potenziale datore di lavoro, di valutare, in modo più agevole, il possesso di competenze idonee a ricoprire una determinata figura professionale.

Per cui, corsi di formazione pensati proprio per fornire percorsi didattici su specifiche aree tematiche del digitale, offrono l’opportunità di acquisire una formazione specifica in settori in cui le aziende attualmente ricercano personale.

SCOPRI LE CERTIFICAZIONI PEKIT ADVANCED

Share this Post