/ Aprile 13, 2020

La tutela della Salute e della Sicurezza sul lavoro è indubbiamente uno dei temi centrali in azienda nell’affrontare questa epidemia. Soprattutto in tale contesto, è nostra priorità essere vicini alle realtà aziendali, in-formandole sulle procedure per il contrasto dell’epidemia negli ambienti di lavoro, anche attraverso delle infografiche per focalizzare l’attenzione sugli aspetti chiave.

In questa fase di emergenza, al fine di superarla il più presto possibile, servono delle indicazioni operative, da attuare nel rispetto dei principi di precauzione e proporzionalità, finalizzate a incrementare, negli ambienti di lavoro, l’efficacia delle misure di contenimento adottate per contrastare l’epidemia di COVID-19.

Il governo ha, fin da subito, individuato dei protocolli per la gestione di tale rischio, per tutti quei datori di lavoro e lavoratori di attività lavorative, attualmente non sospese dai provvedimenti governativi e in cui i livelli di rischio differiscono da quelli della popolazione generale. Tali precauzioni saranno certamente utili, anche per quelle aziende che riapriranno prossimamente sulla base delle disposizioni governative.

A tal proposito uno dei documenti fondamentali, sul quale basare la sicurezza sul lavoro aziendale, è il Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoropubblicato il 14 marzo 2020. Tale documento contiene le linee guida per l’adozione di misure di prevenzione e protezione nei luoghi di lavoro da adottare a tutela della salute e sicurezza dei lavoratori e delle persone presenti.

L’obiettivo è fornire indicazioni operative finalizzate a incrementare, negli ambienti di lavoro non sanitari, l’efficacia delle misure precauzionali di contenimento adottate per contrastare l’epidemia di COVID-19.

Tali misure riguardano:

  1. INFORMAZIONE. L’azienda, attraverso le modalità più idonee ed efficaci, deve informare tutti i lavoratori e chiunque entri in azienda sulle disposizioni adottate, ad esempio affiggendo del materiale informativo, sull’obbligo di rimanere al proprio domicilio in presenza di febbre (oltre 37.5°) o altri sintomi influenzali e di chiamare il proprio medico di famiglia e l’autorità sanitaria.
  2. MODALITA’ DI INGRESSO IN AZIENDA:Vengono fissate delle regole per l’accesso nelle aree interne ed esterne. Viene previsto, ad esempio, che il personale, prima dell’accesso al luogo di lavoro, potrà essere sottoposto al controllo della temperatura corporea. Bisogna però precisare che la rilevazione in tempo reale della temperatura corporea costituisce un trattamento di dati personali e, pertanto, deve avvenire ai sensi della disciplina privacy vigente.
  3. MODALITA’ DI ACCESSO DEI FORNITORI ESTERNI: Vengono, inoltre, individuate delle misure da adottare per limitare le occasioni di contatto con i fornitori esterni. In particolare devono essere previsti dei percorsi, delle tempistiche predefinite e il trasportatore dovrà attenersi alla rigorosa distanza di un metro.
  4. PULIZIA E SANIFICAZIONE IN AZIENDA:L’azienda, oggi come non mai, deve assicurare la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago. Comprese tastiere, schermi touch, mouse con adeguati detergenti, sia negli uffici, sia nei reparti produttivi. Per l’organizzazione di interventi di pulizia si può ricorrere agli ammortizzatori sociali (anche in deroga).
  5. PRECAUZIONI IGIENICHE PERSONALI: È obbligatorio che le persone presenti in azienda adottino tutte le precauzioni igieniche, in particolare per le mani. In tal senso viene previsto l’obbligo di mettere a disposizione idonei mezzi detergenti per le mani.
  6. DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE: Un’importante misura di contenimento del virus è rappresentata dalla protezione. In particolare per quelle tipologie di lavoro che impongono di lavorare a distanza interpersonale minore di un metro e non siano possibili altre soluzioni organizzative. La mascherina è l’elemento essenziale in questo contesto. Ecco perché vengono definite linee guida sul come utilizzarle in conformità oppure indicazioni sul come preparare del liquido detergente. (Fonte OMS)

Vengono definite altre misure precauzionali all’interno del protocollo condiviso. Misure che devono essere adottate dal datore di lavoro. Vi invitiamo ad approfondirle ma soprattutto ad applicarle nella maniera più rigorosa possibile.

Share this Post